È 69,7 il punteggio di resilienza degli Emirati Arabi Uniti secondo COVID-19 Resilience Ranking di Bloomberg che utilizza un’ampia gamma di dati per valutare dove la pandemia viene gestita più efficacemente, con il minimo disagio sociale ed economico dalla mortalità, tassi di test per l’accesso e la somministrazione del vaccino. 

Durante il briefing dei media del governo degli Emirati Arabi Uniti sulla crisi del coronavirus, il dottor Saif Al Dhaheri, portavoce ufficiale della National Crisis and Emergency Management Authority (NCEMA), ha sottolineato che gli Emirati Arabi Uniti hanno raggiunto queste classifiche avanzate grazie alle misure precauzionali adottate all’inizio della pandemia e alla capacità di garantire la continuità del business.

Il successo della campagna di vaccinazione nazionale COVID-19 nel raggiungimento dei suoi obiettivi conferma il rafforzamento del settore sanitario degli Emirati Arabi Uniti. Sono state somministrate oltre 10 milioni di dosi di vaccino a un tasso di distribuzione pari a 104,51 dosi per ogni 100 persone 

“Gli Emirati Arabi Uniti hanno dimostrato di essere uno dei modelli di maggior successo nella gestione della pandemia”. Ha detto il dottor Saif Al Dhaheri aggiungendo che uno dei risultati del paese nella battaglia contro la pandemia è stato rendere il vaccino disponibile a tutti gratuitamente. Sinopharm, Pfizer-BioNTech, Sputnik V e Oxford-AstraZeneca sono i vaccini approvati a livello internazionale e disponibili gratuitamente per i residenti.

Il dottor Al Dhaheri ha osservato che dall’inizio della crisi la comunità degli Emirati Arabi Uniti ha collaborato con gli sforzi nazionali per combattere questa pandemia aderendo alle misure precauzionali. Ha ringraziato tutti coloro che hanno scelto di vaccinarsi e proteggere la popolazione e ha esortato tutti i membri della comunità a sottoporsi alla vaccinazione. 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here